NPF: Comprendere le Neuropatie delle Piccole Fibre. Un video.

PAIN WEEK, Expert Opinion: Charles E. Argoff MD CPE

Tratto dal video: https://www.youtube.com/watch?v=uj3d3Yly3lQ pubblicato il 26 gennaio 2016 Registrato presso PAINweek 2015

La seguente traduzione (linguaggio parlato tratto dal video) è puramente a scopo divulgativo e non è in alcun modo a scopo di lucro. Qualsiasi utilizzo a scopo di lucro non è autorizzato. Il testo di seguito non sostituisce in alcun modo fonti mediche ufficiali, né il lavoro del medico. Rivolgersi sempre al proprio medico e fare sempre riferimento a testo scientifici e fonti originali.

Didascalia al video:

“Pubblicato il 26 gen 2016. Small fiber neuropathies are becoming better understood, from recognition of their frequency, to more accurate diagnosis and recognition of causal factors. A prominent neurologist overviews this often underappreciated condition and outlines some options for management.”

Le neuropatie delle piccole fibre stanno avendo maggior comprensione, dal riconoscimento della loro frequenza, a una diagnosi più accurata e riconoscimento dei fattori causali. Un illustre neurologo offre una panoramica di questa condizione spesso sottostimata e delinea alcune opzioni per la gestione.”

 

PAIN WEEK, Il Parere dell’Esperto: Charles E. Argoff MD CPE

Sintomi e cause – Un riassunto

Nell’ultimo decennio, è divenuto molto chiaro che molte persone che soffrono di dolore diffuso, e che avevano a volte sofferto all’inizio di dolore nelle loro estremità distali, dolore urente (bruciore), difficoltà con la sudorazione, difficoltà con la funzionalità intestinale, difficoltà urinarie, potevano soffrire di neuropatia delle piccole fibre. E ciò che ha aiutato la nostra valutazione è stato lo sviluppo di una comprensione per avere una diagnosi. Pertanto vi sono linee guida cliniche per diagnosticare questa condizione, quindi ora si può confermare la diagnosi attraverso l’uso di una biopsia cutanea di 3 mm, che è stata indispensabile per aiutare a confermare cambiamenti che fanno parte della neuropatia delle piccole fibre, in merito a cosa provoca neuropatia delle piccole fibre: intolleranza al glucosio o un diabete conclamato; anche la sindrome metabolica è una delle più comuni condizioni associate in alcuni casi. Molti disordini autoimmuni, la sindrome di Sjogren, artrite reumatoide, Lupus, sono associati alla neuropatia delle piccole fibre. Anche deficit di vitamina B12, epatite C, HIV, possono essere associati, anche la celiachia, intolleranza al glutine, possono essere associati a neuropatia delle piccole fibre. In una recente pubblicazione di uno Specialista Neuromuscolare di un’Università ha appena documentato quanto sia frequente nella celiachia o nell’intolleranza al glutine. Circa la metà delle persone che hanno avuto o hanno una neuropatia delle piccole fibre di fatto non hanno una causa conosciuta. Un altro gruppo importante, inoltre, è costituito da famiglie che hanno neuropatia delle piccole fibre come neuropatia ereditaria.

Opzioni per il trattamento

L’osservazione del fatto che la neuropatia delle piccole fibre si verifica più frequentemente di quanto si pensasse precedentemente (infatti il 50% di 3 studi, circa il 50% di pazienti era stato precedentemente diagnosticato con fibromialgia, come diagnosi che spiegava il dolore cronico diffuso, in realtà aveva una biopsia cutanea che provava cambiamenti che consistono nella neuropatia delle piccole fibre) e questa osservazione si sa dal 2010. E la emergente comprensione del fatto che la neuropatia delle piccole fibre si verifichi molto più comunemente di quanto si pensasse, non ha ancora portato attualmente, a nuove possibilità di trattamento. Al momento, comunemente, approcciamo alla neuropatia delle piccole fibre nella sua associazione di fenomeni neuropatici, con il tipo di trattamento che useremmo per il dolore neuropatico, che può significare vari tipi che agiscono nel processo analgesico, anticonvulsivanti, antidepressivi quali duloxetina, triciclici quali la amitriptilina, noretriptilina, e farmaci simili, anticonvulsivanti, gabapentin, pregabalin. Tendiamo a riservare gli oppiodi in un secondo momento, in un algoritmo o un processo di analisi dati, anche se non vi è alcuna chiara prova convincente se facciano bene, meglio o altro, ma non abbiamo ancora al momento trattamenti più specifici. In alcuni tipi di neuropatie delle piccole fibre associate all’essere stati trattati con chemioterapia, quindi nelle persone che hanno sperimentato una neuropatia delle piccole fibre in quell’ambito, possono avere anche altre condizioni di dolore correlate al cancro e questo deve essere tenuto bene a mente. Quello che sta emergendo è l’uso di gammaglobuline per via endovenosa che sembra essere in alcuni casi quali disordini immuno-mediati associati con una neuropatia delle piccole fibre e quindi per la sindrome di Sjogren, per la Sarcoidosi, l’uso di gammaglobuline per via endovenosa ha effettivamente documentato in case report, serie di casi, essere efficace, anche l’uso nella nostra pratica. Vi sono alcuni report dell’utilizzo di ricambio di plasma, anche conosciuta come plasmaferesi, (preleviamo il plasma, lo scambiamo, puliamo ecc, puliamo il plasma per rimuovere tutti gli anticorpi circolanti che possano essere o altri fattori che potrebbero perpetuare questo disordine) E questo è meno comunemente utilizzato. Sta quindi iniziando una comprensione di alcuni ulteriori approcci più sofisticati nel trattamento. Generalmente, anche prima di questo approccio, potremmo utilizzare infusioni per via endovenosa di lidocaina, (abbiamo un centro infusioni che ci consente tutto questo). Siamo impazienti di comprendere meglio i nostri approcci a questa area di gestione del dolore, sapendo che lo rallentano, prima che il disordine si instauri, riconoscere la prevalenza del disordine e sviluppare trattamenti a monte di questo disordine.

Precedente NPF: variabile "velocità" o "lunghezza-dipendente" Successivo POTS, NPF e DISAUTONOMIA | Sindrome da Tachicardia Ortostatica Posturale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.